fbpx

La scoperta dell’avversario

Parliamo oggi dei nostri piccoli calciatori.
Quando un bambino arriva al campo sportivo è innamorato del pallone, con il quale probabilmente
ha già giocato ore e ore al campo.
Spesso, una volta arrivato all’allenamento, il bambino non vede l’ora di calciare innumerevoli
palloni, in aria, in porta o in palleggio.
Piacevolmente li vediamo anche curiosi nell’apprendere quanti più strumenti possibili per divertirsi
e imitare i giocatori che vedono in televisione: le finte di Neymar, le punizioni di Messi e i colpi di
testa di Ronaldo…
Oltre a tutte queste situazioni prettamente individuali, focalizzati alla scoperta delle proprie abilità
e dello strumento, deve arrivare una successiva scoperta: l’avversario e la ricerca del suo
superamento.
Abbiamo nominato due aspetti, ma sono milioni.
Focalizzare l’avversario significa avere un obiettivo, valutare il suo comportamento, sviluppare un
pensiero su come superarlo e capire come a quando averlo vinto.
Ricercare il superamento significa capire il punto debole dell’avversario, ragionare sui propri
strumenti a disposizione e mettere in pratica quanto valutato.
La scoperta deve avvenire gradualmente, attraverso sfide proposte in maniera sempre differente.
Vediamo di seguito due proposte tecniche sul tema.

 

Trovamister – 1 contro 1 con doppia porta

Trovamister – 1 contro 1 sui quattro angoli colorati