fbpx

La competenza motoria

Dando una prima definizione, la competenza motoria rappresenta l’abilità di una persona di
eseguire differenti azioni motorie, includendo coordinazione fine e grosso-motorie che sono
necessarie per le attività di ogni giorno.
La competenza motoria ha effetti positivi e negativi su:
– attività fisica;
– peso;
– competenza motoria percepita;
– physical fitness.
Il nostro scopo è quello di far comprendere quanto bassi livelli di competenza motoria
comportano ridotti livelli di attività fisica, con un conseguente rischio di obesità in giovane età.
Tale scopo si raggiunge attraverso il coinvolgimento e la partecipazione di bambini e adolescenti in
varo tipi di attività fisica, strutturate e destrutturate legate a un determinato grado di schemi
motori fondamentali.
Cercando di semplificare, un basso livello di competenza motoria porta il bambino a partecipare
meno all’attività sportiva organizzata e/o ludica, sentendosi poco adatto o poco abile.
Questa minor partecipazione porta al mantenimento di un basso livello di competenza motoria, a
una scarsa pratica di attività sportiva e a conseguenti difficoltà fisiche e psicologiche.
Pertanto, la competenza motoria rappresenta la base per lo sviluppo in tutti gli ambiti: fisico,
motorio, sociale e psicologico.
Per noi istruttori, educatori, formatori e allenatori, è importante favorire il continuo
apprendimento e sviluppo della competenza motoria attraverso la pratica e la partecipazione in
attività motorie appropriate che demandano a fondamentali di movimento più avanzati e alti livelli
di performance in una varietà di contesti motori.
Vediamo di seguito tre proposte sul tema.

 

Palla prigioniera (Dodgeball)

Sfida in conquista delle ghiande

Trasporto a coppie