fbpx

Gli elementi fondamentali che rendono l’allenamento allenante

Lo scopo principale dell’allenamento, dal punto di vista fisiologico, non è il raggiungimento di una
determinata prestazione, ma la realizzazione di un processo di adattamento che permetta
all’atleta di sostenere grandi carichi di lavoro senza incorrere in traumi e infortuni.
Si può tranquillamente sostenere che lo scopo dell’allenamento sia la realizzazione
dell’adattamento del corpo umano al gesto fisico-atletico.
Ciò diventa possibile in quanto il corpo umano reagisce agli stimoli esterni producendo una serie di
appropriate reazioni.
L’organismo comunque limita le proprie capacità di risposta se non è stimolato da particolari
meccanismi in grado di innescare una serie di reazioni energetiche di adattamento e
miglioramento, quali:
• Il sovraccarico;
• La specificità;
• La progressione.
Il sovraccarico
Trattasi di un fenomeno dovuto a una maggiore sollecitazione di una parte specifica del corpo
umano.
Al fine di poter ottenere effetti allenanti il sovraccarico non deve mai scendere al di sotto di una
certa soglia; per questi motivi sono consigliati e tornano sempre comodi sui campi da calcio i test
mirati a valutare i livelli di allenamento.
La specificità
Chiamiamolo sinonimo di chiarezza, focus o obiettivo.
Nell’organizzazione della seduta di allenamento deve essere sempre ben definito lo scopo che si
vuole raggiungere e che, di conseguenza, occorre coinvolgere.
La progressione
Si configura come un principio di diretta conseguenza del sovraccarico: una volta che il corpo si è
adattato al nuovo carico di conseguenza occorre incrementare il carico di lavoro.
Il carico di lavoro si innalza attraverso i parametri di durata, intensità e frequenza degli
allenamenti, con lo scopo di mettere in atto una progressione mirata affinché l’organismo dia
risposte adeguate al nuovo sovraccarico.
La bravura del buon Preparatore Atletico è affidata alla sua valutazione, non solo attraversi dati
numerici, anzi, soprattutto alla presenza e al contatto quotidiano con i propri giocatori.